Santolina (Santolina chamaecyparissus)

Caratteri botanici

La Santolina è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Compositae. Alla base la pianta si presenta legnosa e assume l'aspetto di un piccolo arbusto, molto ramificato, poco più alto di mezzo metro. Le foglie sono persistenti, minute, tipicamente aromatiche e di color grigio verde. In estate produce piccoli fiorellini gialli, arrotondati, riuniti in infiorescenze apicali. Ideale come pianta da bordature per il fogliame molto decorativo.

Coltivazione

Predilige un terreno asciutto, ben drenato ed esposto al sole. Non tollera l'umidità. Annaffiare al bisogno. Sopporta bene il clima invernale.

Raccolta e conservazione

La raccolta delle foglie e dei fiori avviene tutto l'anno. Possono essere usate sia fresche che essiccate. I rami della pianta possono essere essiccati capovolti e successivamente conservati in un contenitore a tenuta d'aria.

Uso in cucina

Se ne usa qualche foglia fresca nelle salse verdi per conferire un sapore particolare o soprattutto nei piatti a base di pesce. Può essere usata come anti tarme negli armadi dopo averla fatta essiccare. In passato si utilizzava anche come rimedio contro le zanzare.