Salvia argentea (Salvia argentea)

Caratteri botanici

La Salvia argentea appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. È una pianta erbacea perenne, si sviluppa di anno in anno, generalmente non superando i 75 cm di altezza e i 60 cm di larghezza. Le foglie sono ovato-triangolari, ricoperte da una peluria folta e setosa di colore bianco-argenteo, talvolta profumano. I fiori di color bianco con sfumature malva, lunghi 3-4 cm fioriscono in Giugno-Luglio. Questa pianta non è sempreverde, perde le foglie per alcuni mesi dell'anno.

Coltivazione

Esige un terreno asciutto, ben drenato ed esposto al sole. Annaffiare solo sporadicamente, circa una volta ogni 2-3 settimane. Il clima rigido non spaventa questa pianta, viene coltivata all'aperto anche nei mesi più freschi.

Raccolta e conservazione

Per utilizzare le foglie di questa pianta bisogna raccoglierle prima della fioritura; devono essere ben lavate, asciugate e poi essiccate o congelate.

Uso in cucina

Data la carnosità delle foglie, fritte nel burro sono gustosissime. Inoltre si può utilizzare su alcuni pesci come trota e sogliola cotte al burro, ma si accosta molto bene ai fagioli e anche alle carni bianche, ad esempio usandola come aroma per farcire involtini.