Origano variegato (Origanum variegatum)

Caratteri botanici

L'Origano variegato è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Labiatae. Nei climi più freddi l'Origano può essere cresciuto come pianta annuale. Il fusto è eretto, ramificato e ricoperto da una fitta peluria. Le foglie sono piccole, ovali-lanceolate, con margini lisci e di color verde con bordature bianche. I fiori sono bianco-rosacei raccolti in spighe erette. Può arrivare ad una altezza di 8 cm e una larghezza di 16.

Coltivazione

È una pianta facilmente coltivabile. Predilige terreni ben drenati e posizioni parzialmente soleggiate; ombra nel pomeriggio se il sole è intenso. Tollera la siccità. Annaffiare al bisogno.

Raccolta e conservazione

Le foglie vengono utilizzate sia fresche che secche. Si raccolgono le foglie e le estremità all'inizio della fioritura e vengono fatte essiccare in un luogo ombroso e ventilato.

Uso in cucina

Ha un aroma e sapore inferiore all'Origano officinale. Si usa particolarmente nella salsa di pomodoro, nella pizza, nelle grigliate, nei formaggi, nelle insalate di pomodori, per preservare il brodo, per conservare ortaggi sotto olio e sotto aceto, nelle salse e nei liquori digestivi. Unito a Basilico, Timo e Rosmarino sostituisce il sale. L'Origano variegato, essiccato, va aggiunto a fine cottura perché solo così mantiene tutte le sue proprietà aromatiche.