Issopo (Hissopus officinalis)

Caratteri botanici

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Labiatae; pianta a portamento cespuglioso formata da dei fusti eretti , esili, alti fino a 60 cm. Le foglie sono piccole, di colore verde intenso, con nervature in rilievo. I fiori sono piccoli, bluastri, riuniti in spighe.

Coltivazione

La pianta predilige un terreno asciutto, ben lavorato, ben drenato e messo in una posizione soleggiata. L'Issopo è una pianta di breve durata e quindi va sostituita dopo pochi anni; ideale come barriera o bordo basso in giardino. Annaffiare al bisogno.

Raccolta e conservazione

Dell'Issopo si utilizzano le foglie e le sommità fiorali raccolte all'inizio della fioritura; si può conservare essiccato. Dovrebbe essere raccolto in un giorno asciutto e poi sistemato immediatamente in un luogo buio e ben ventilato per conservare i suoi ingredienti aromatici. Essiccarlo non più di 6 giorni perché potrebbe perdere il suo colore e quindi il suo sapore. Secco va messo in recipienti ben sigillati.

Uso in cucina

L'Issopo ha un sapore di menta un po' amaro. Le foglie possono essere utilizzate sia fresche che essiccate per insaporire minestre, insalate, carni, verdure lesse o grigliate, vanno sempre aggiunte al termine della cottura e usate con parsimonia per il suo forte sapore.