Elicriso italico (Helichrysum italicum)

Caratteri botanici

Pianta perenne appartenente alla famiglia delle Compositae. Ramifica intensamente alla base formando un cespuglio alto intorno 50-60 cm. Le foglie sono alterne, strettamente lineari, lanceolate, bianche ricoperte da una lieve peluria. I fiori sono dei capolini di colore giallo che fioriscono da Maggio a Settembre.

Coltivazione

L'Elicriso italico deve essere coltivato in pieno sole, in terreno ben esposto, possibilmente al riparo di un muro o di rocce, per resistere agli inverni più freddi. Radica anche dove c'è pochissimo suolo. Tollera condizioni estreme di siccità e insolazione. Le coltivazioni sono effettuate in alta collina su terreni particolarmente poveri e siccitosi che ne consentono il potenziamento delle proprietà.

Raccolta e conservazione

La raccolta viene effettuata normalmente nell'estate inoltrata e il raccolto viene essiccato a basse temperature per preservare l'alto contenuto di componenti balsamiche.

Uso in cucina

Le foglioline di Elicriso, per il loro piacevole profumo e sapore di “curry”, possono essere messe tritate nelle minestre, nei risotti, nei ripieni. Un rametto fiorito, unito all'acqua di cottura delle verdure, dona un aroma particolare.