Dragoncello (Artemisia dracunculus)

Caratteri botanici

Pianta perenne della famiglia delle Asteracee. Ha il fusto eretto e ramificato, con foglie strette, lucenti di colore verde scuro che se schiacciate emanano un aroma piccante. I fiori compaiono in estate e sono di color bianco-verdastro, sono profumati e sono riuniti in infiorescenze a pannocchia.

Coltivazione

Predilige terreni fertili e soleggiati. Il Dragoncello preferisce climi temperati difatti è sensibile alle temperature inferiori allo zero.

Raccolta e conservazione

La parte della pianta maggiormente utilizzata è la foglia. Durante tutta la stagione di crescita si staccano le foglie per usarle fresche. L'essiccazione dei germogli e delle foglie avviene in un luogo buio, asciutto e con una buona circolazione d'aria. In primavera si staccano le foglioline e i steli freschi per fare l'aceto di Dragoncello.

Uso in cucina

Il Dragoncello è adatto per insaporire piatti di pesce, frittate, salse, formaggi freschi, ripieni, marmellate e mostarde. Le foglie congelate sotto forma di cubetti di ghiaccio aromatizzano le bevande fresche.