Camomilla romana (Anthemis nobilis)

Caratteri botanici

Pianta annuale che appartiene alla famiglia delle Asteraceae, ha radice gracile e fusto ramoso che può arrivare fino a 40 cm d'altezza; le foglie sono finemente segmentate di color verde brillante. I fiori sono bianchi e molto profumati con capolino centrale di color giallo e fioriscono da Maggio fino a fine estate. I semi maturano da Agosto a Settembre.

Coltivazione

La Camomilla si coltiva in terreni freschi, non aridi e tendenzialmente acidi. L'annaffiatura deve avvenire in modo regolare, tale da tenere il terreno sempre umido senza che ci siano ristagni d'acqua. Specialmente prima e dopo la raccolta dei fiori è importante che ci sia un'annaffiatura costante.

Raccolta e conservazione

I fiori della Camomilla si raccolgono all'inizio della fioritura in giornate asciutte e preferibilmente alla sera così sono privi di rugiada. Se il prodotto è destinato alla distillazione per ottenere oli essenziali, si utilizza il prodotto fresco o appena appassito e in genere viene raccolta tutta la pianta (fiori, foglie e fusto), dato che le macchine industriali non sono in grado di raccogliere solo i fiori. Mentre, quando c'è l'essiccatura, i fiori vanno deposti in un luogo asciutto, buio e ventilato per evitare muffe e quindi la perdita delle sue proprietà.

Uso in cucina

La Camomilla è usata in cucina per fare infusi per usi terapeutici o semplicemente come bevanda rilassante.